logo


loading
Prodotto

PIAGGIO WI-BIKE:
“THE NEW WAY TO B”

PIAGGIO WI-BIKE OFFICIAL VIDEO

L’innovativa Piaggio Wi-Bike è il nuovo modo di muoversi: sempre connessa al mondo via web, è il veicolo per la mobilità ecologica del futuro, collegato alla rete e agli smartphones per un’amplissima serie di servizi e utilizzi, dal fitness alla geolocalizzazione del veicolo. Wi-Bike supera il concetto di bicicletta a pedalata assistita elettricamente, offrendo avanzate funzionalità ed elevando l’interazione tra ciclista, mezzo e ambiente. E’ davvero il nuovo modo di essere…tech, safe, fit, power, cool, social e green!

IL VIDEO TUTORIAL: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SULLA WI-BIKE

B-TECH

  • CONNETTI IL TUO SMARTPHONE ALLA WI-BIKE TRAMITE LA APP.
  • GESTISCI LE SUE FUNZIONALITÀ CON UN TOCCO.
  • LASCIATI GUIDARE DALLA TECNOLOGIA.

La tua Wi-Bike e il tuo smartphone, collegati tra loro, registreranno per tutto il percorso i dati e le statistiche di ogni spostamento. Stabilisci le impostazioni che desideri: seleziona il livello di assistenza del motore, scegli tra le 3 diverse modalità di erogazione della potenza, imposta gli strumenti di navigazione e inizia a pedalare verso la tua meta.

B-SAFE

  • AFFIDATI CON SICUREZZA ALL’ANTIFURTO SATELLITARE.
  • PARCHEGGIA SERENO LA TUA WI-BIKE.
  • SOTTO CONTROLLO 24 ORE SU 24.

Fatti portare dalla tua Wi-Bike ovunque tu voglia, senza pensieri. Il suo sistema di antifurto satellitare ti permette di monitorarla in ogni momento, in mobilità e quando la parcheggi (le funzionalità di antifurto possono essere utilizzate solo tramite la App). Inoltre display, batteria e motore sono collegati da un codice univoco: basta rimuovere il display per impedire che la Wi-Bike funzioni e venga attivata a tua insaputa. Wi-Bike ti offre il massimo della tecnologia con il massimo della sicurezza, 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno.

PIAGGIO WI-BIKE VIDEO TUTORIAL: BE SAFE

B-FIT

  • CONCEDITI UN PERSONAL TRAINER SU MISURA PER TE.
  • DEFINISCI IL TUO PROGRAMMA DI ALLENAMENTO.
  • SFIDA TE STESSO E RAGGIUNGI LE TUE METE.

Con la tua Wi-Bike avrai a disposizione un vero e proprio mobile personal trainer. Decidi tu quante calorie vuoi bruciare, la soglia del battito cardiaco o lo sforzo massimo che vuoi raggiungere, e dai inizio al tuo percorso. A tutto il resto pensa Wi-Bike. E se preferisci, puoi impostarla in modo che ti faccia arrivare fresco e in ordine al tuo appuntamento di lavoro. Con Wi-Bike nessun traguardo è impossibile!

PIAGGIO WI-BIKE VIDEO TUTORIAL: BE FIT

B-POWER

  • SCEGLI: CITY, HILL E STANDARD. TRE MODALITÀ DI GUIDA, UNA MARCIA IN PIÙ.
  • REGOLA IL LIVELLO DI POTENZA DEL MOTORE.
  • AFFIDATI ALL’INNOVAZIONE DELL’ASSISTENZA VARIABILE.

Tre sono le modalità di erogazione dell’assistenza che puoi scegliere a seconda del tragitto che devi fare: City, Hill e Standard. Grazie all’innovazione di un motore che si adatta alle tue esigenze, Wi-Bike ti aiuta a ripartire senza fatica quando ti fermi e si adatta alla pendenza del terreno quando serve, aiutandoti in salita e diminuendo l’assistenza in discesa. Monta in sella alla tua Wi-Bike: nessuna meta da oggi sarà più irraggiungibile.

PIAGGIO WI-BIKE VIDEO TUTORIAL: BE POWER

B-COOL

  • AMMIRA IL DESIGN UNICO E LA CURA DEI DETTAGLI.
  • GODITI IL MOTORE COMPATTO, 100% MADE IN PIAGGIO.
  • VIAGGIA CON STILE.

Nel design tutto italiano di Wi-Bike l’innovazione si unisce all’eleganza. Un motore elettrico centrale, la trasmissione e la batteria posta dietro il tubo-sella sono inseriti armoniosamente nel telaio 100% alluminio, favorendo un’ottimale distribuzione delle masse e garantendo una perfetta stabilità e manovrabilità. Wi-Bike è più di una bicicletta a pedalata assistita, è uno stile di vita.

PIAGGIO WI-BIKE VIDEO TUTORIAL: BE COOL

B-SOCIAL

  • SCARICA LA APP DEDICATA A WI-BIKE.
  • CONDIVIDI SUI SOCIAL I TUOI RISULTATI.
  • PEDALA E COINVOLGI I TUOI AMICI.

Condividere con gli amici i risultati raggiunti dà ancora più soddisfazione. Wi-Bike è nata per essere social. Con l’App dedicata puoi condividere percorsi e obiettivi e far sapere a tutti quanto ti diverti con la tua Wi-Bike.

B-GREEN

  • IL MEZZO GIUSTO PER UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE.
  • DIMENTICA L'AUTO E MUOVITI A ZERO CO2.

  • FINO A 120 KM DI AUTONOMIA.

La bicicletta a pedalata assistita è una scelta responsabile per un mondo migliore e Wi-Bike è un mezzo alternativo ed ecologico: il motore elettrico Piaggio ti assiste fino alla velocità massima di 25 km/h e ti consente di muoverti in città e raggiungere la tua meta dimenticando code e zone off limits. Volgi lo sguardo a tutto il bello intorno a te!

INFO:
www.piaggio.com/wi-bike/it/it/index/#home

QUI L’ARTICOLO SULLA COLLEZIONE DEGLI ACCESSORI CREATA PER PIAGGIO WI-BIKE:
wide.piaggiogroup.com/archive/wide3_16/scooter/index.html#/Accessories2

Prodotto

NUOVA GAMMA PIAGGIO BEVERLY

MOTORIZZAZIONI EURO 4. ABS E ASR DIVENTANO DI SERIE SU TUTTI I MODELLI. ESORDISCE LA VERSIONE BEVERLY BY POLICE.

LEADER DEL SEGMENTO DEGLI SCOOTER A RUOTE ALTE, IL MODELLO BEST SELLER PRESENTA NUOVE MOTORIZZAZIONI, PIU’ RICCHI ALLESTIMENTI DI SERIE, NUOVI COLORI CON FINITURE DEDICATE E IL GRINTOSO BEVERLY BY POLICE.

Lanciato nel 2001 Piaggio Beverly ha rivoluzionato il mercato degli scooter di media cilindrata, introducendo una nuova tipologia di veicolo dal design accattivante e dalle prestazioni brillanti, e sicurissimo non solo per le ruote di grande diametro, ma anche grazie a ciclistiche di stampo motociclistico. Il successo commerciale di Beverly è sempre stato accompagnato da costanti aggiornamenti, che lo hanno mantenuto in vetta alle classifiche di vendita e dei desideri degli utenti metropolitani più evoluti, come l’arrivo della versione top di gamma SportTouring che ha introdotto, per la prima volta al mondo su uno scooter, la coppia di sistemi di sicurezza ABS/ASR e un innovativo propulsore 350 dalle prestazioni record.

OFFERTA COMPLETA NEL SEGMENTO “RUOTE ALTE”

Con Beverly, Piaggio completa la sua offerta di scooter a ruote alte in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di mobilità quotidiana. La porta d’ingresso nel segmento “ruote alte” di Piaggio si chiama Liberty, totalmente nuovo e dotato di ABS e del nuovo motore Piaggio i-Get nella versione raffreddata ad aria; il passaggio dallo scooter d’ingresso Liberty al grande e lussuoso Beverly è segnato dall’arrivo di Medley, dall’allestimento di serie più ricco che comprende il sistema “Start&Stop”, il motore Piaggio i-Get nella versione raffreddata a liquido, l’ABS e un incredibile vano sottosella in grado di ospitare due caschi integrali. La nuova gamma Beverly rappresenta dunque il punto di arrivo nella crescita motociclistica del cliente del segmento scooter a ruote alte di Piaggio.

LA FAMIGLIA BEVERLY 300 E 350 CAMBIA COSI’

  • I propulsori che equipaggiano Piaggio Beverly 300 e 350 ottengono l’omologazione Euro 4. Entrambi i propulsori sono unità evolute e moderne, progettate per soddisfare le sempre più severe normative europee anti emissioni. Così, grazie all’adozione di un nuovo catalizzatore, un nuovo silenziatore e un aggiornamento della mappatura della centralina elettronica, i due monocilindrici Piaggio diventano Euro 4 e mantengono la brillantezza di prestazioni che hanno sempre caratterizzato Beverly.
  • Tutta la gamma Beverly si arricchisce nella dotazione di serie e nei contenuti. Per tutti è ora di serie il sistema di frenata ABS e di controllo della trazione ASR. Di serie è anche il telecomando a distanza per l’apertura della sella e che permette di riconoscere il proprio veicolo attraverso il lampeggio degli indicatori di direzione (funzione “bike finder”). La presa 12V, già presente su tutta la gamma, viene sostituita dalla più funzionale porta USB, utile per la ricarica di tutti i moderni dispositivi. Tutta la gamma Piaggio Beverly è disponibile in nuove e accattivanti varianti cromatiche, con inedite finiture dedicate. Piaggio Beverly 300, 300S e by Police ottengono anche una nuova strumentazione con spie per ABS e ASR, quest’ultimo escludibile attraverso l’apposito pulsante presente sul manubrio.

TUTTI I MODELLI DELLA GAMMA BEVERLY EURO4

Piaggio Beverly 300: un classico della mobilità urbana. Sicuro, affidabile, generoso nelle prestazioni del suo monocilindrico di 278 cc. Il design made in Italy è caratterizzato da forme eleganti e ricercate, nelle quali i dettagli come le luci di posizione e lo stop posteriore a LED, giocano un ruolo primario. Ideale per gli spostamenti cittadini ed extraurbani, grazie ad una azzeccata posizione di guida offerta al guidatore, eretta e decontratta, al buon riparo dall’aria e alla capacità del vano sottosella, in grado di ospitare due caschi full jet.

Piaggio Beverly 300 S: la declinazione più sportiva di Beverly aggiunge colorazioni dedicate e dettagli verniciati grigio scuro opaco, che regalano un look giovanile e aggressivo. Anche Piaggio Beverly 300 S si distingue per la ciclistica ispirata a quella delle motociclette, con il serbatoio del carburante in posizione centrale, sotto la pedana poggiapiedi, in grado di centralizzare le masse (liberando al contempo spazio al vano sottosella), per un’esperienza di guida molto appagante e sicura sia in città, sia fuori.

Piaggio Beverly 300 by Police: una versione speciale di Beverly 300, che nasce dall’unione di due eccellenze italiane come Piaggio e Police. Anche su questa versione sono confermate tutte le caratteristiche tecniche che hanno reso Piaggio Beverly così apprezzato, tra cui il motore monocilindrico raffreddato a liquido, quattro tempi e distribuzione a quattro valvole, scattante, affidabile e parco nei consumi (31,2 km/l nel ciclo WMTC).

Piaggio Beverly 350 SportTouring: l’ammiraglia della gamma Beverly si distingue per allestimento e prestazioni da riferimento offerte dall’inedito propulsore monocilindrico di 330 cc. Si tratta di un’unità diversa e innovativa, non solo nei confronti del motore che equipaggia Piaggio Beverly 300, ma anche nei confronti della concorrenza in generale. Un propulsore progettato per offrire prestazioni paragonabili a quelle di un 400cc, con ingombri e peso contenuti in linea con quelli di un 300. L’unico motore della categoria ad adottare una frizione automatica multidisco in bagno d’olio, che assicura un rendimento migliore e costante nel tempo. Le prestazioni sono eccellenti, a fronte di consumi di carburanti molto contenuti: oltre 30 CV di potenza massima e 29 Nm di coppia massima, per 28,6 km/l di consumo (nel ciclo WMTC).

VERSIONI E COLORI: DETTAGLI DI STILE

  • Piaggio Beverly 300 è disponibile nella classica e apprezzata colorazione Bianco Iceberg o nella nuova variante opaca Grigio Ardesia. Entrambe si caratterizzano per nuovi dettagli stilistici comuni, come i terminali del manubrio neri, la sella marrone con doppie cuciture “tono su tono”, il carter della trasmissione finale con finitura nera pigmentata. Inoltre sono numerose le rifiniture realizzate in grigio chiaro opaco, come il portapacchi, le protezioni della forcella, le pedane del passeggero, il tunnel centrale e i cerchi ruota.
  • Piaggio Beverly 300 S è disponibile nella classica e dinamica colorazione Blu Sport o nella nuova variante opaca Argento Cometa. Entrambe si contraddistinguono per nuovi dettagli di stile comuni, come la sella nera con doppia cucitura in rosso e grigio, i terminali al manubrio neri e la nuova finitura nera pigmentata per il carter della trasmissione finale. Inoltre sono numerose le rifiniture realizzate in grigio scuro opaco, come il portapacchi, le protezioni della forcella, le pedane del passeggero, il tunnel centrale e i cerchi ruota.
  • Piaggio Beverly 300 by Police è offerto nella grintosa colorazione Nero Carbonio e si caratterizza per la sella nera con doppia cucitura azzurra e per numerosi particolari dalla finitura cromata, come la cornice del faro e della strumentazione, la “cravatta” dello scudo anteriore, gli specchietti con vetro azzurrato. Il look “total black” di questa versione speciale di Beverly è sottolineato dalle numerose rifiniture in nero, come il carter della trasmissione, i terminali del manubrio, il portapacchi, i cerchi ruota dal bordo diamantato, il tunnel centrale.
  • Piaggio Beverly 350 SportTouring è disponibile in quattro varianti cromatiche: Bianco Stella, Nero Carbonio (con sella nera e doppia cucitura rosso e grigio), Argento Cometa e Nero Galassia (con sella rossa e doppia cucitura rosso e grigio). A tutte e quattro le varianti cromatiche sono abbinati nuovi dettagli in grigio scuro opaco come il portapacchi, i cerchi ruota, il tunnel centrale e il paracalore del terminale di scarico.

AMPIA GAMMA DI ACCESSORI DEDICATI

Per tutta la gamma Piaggio Beverly è disponibile una serie di accessori in grado di elevare il comfort e la versatilità nell’uso quotidiano. Qui citati in sintetica carrellata.
Bauletto da 37 litri in tinta con il veicolo e schienalino comfort in tinta con la sella. È capace di ospitare un casco modulare o 2 caschi jet.

Telo coprigambe pratico e integrato col veicolo. Telo copriveicolo da interno e da esterno. Antifurto elettronico con chiave elettronica e telecomando. Antifurto meccanico blocca-manubrio pratico, pulito, veloce, sicuro, comodo. Borsa tunnel studiata per essere posizionata sopra il tunnel centrale senza disturbare la guida. Parabrezza realizzato in metacrilato antiurto di altissima qualità (spessore 4 mm), regala grande riparo dall’aria e dal freddo. Cupolino trasparente in grado di aumentare la protezione dall’aria. Cupolino fumè (di serie su Piaggio Beverly 350 SportTouring): offre maggiore riparo dall’aria e un tocco in più di sportività. Casco jet nero opaco, dedicato al Piaggio Beverly 300 by Police.

INFO:
www.piaggio.com

Event

IL GRUPPO PIAGGIO A INTERMOT 2016
NOVITA’ VESPA, APRILIA, MOTO GUZZI

E’ EQUIPAGGIATA CON UN NUOVISSIMO MOTORE E UNA CILINDRATA INEDITA L’AMMIRAGLIA VESPA GTS, CHE SI PRESENTA NELLE VERSIONI 125 E 150. ESORDISCE APRILIA TUONO 125 E SI RINNOVA IL MITO RS 125. RSV4 E TUONO 1100 SI MIGLIORANO CON VERSIONI ANCORA PIÙ EVOLUTE. DOPO L’ARRIVO SUL MERCATO DELLA NUOVA MGX-21, MOTO GUZZI LANCIA LA SPETTACOLARE AUDACE CARBON.

Leader europeo delle due ruote, con una quota di mercato complessiva del 14,8% al 30 giugno 2016 (in crescita rispetto a 14,6% nei primi sei mesi del 2015) e una quota del 26% nel settore scooter, il Gruppo Piaggio si è presentato a INTERMOT 2016, (Colonia, 5-9 ottobre) con importanti novità che riguardano sia i marchi motociclistici del Gruppo italiano – Aprilia e Moto Guzzi – sia Vespa, il più prestigioso tra i brand scooter, che proprio quest’anno ha festeggiato i suoi primi favolosi settanta anni. Il salone tedesco ha aperto la stagione delle grandi manifestazioni internazionali per il mondo due ruote.

Prossimo appuntamento con le novità del Gruppo Piaggio a Eicma, Milano Rho Fiera (10-13 novembre 2016): scooter, moto e accessori.

www.eicma.it

VIDEO EICMA 2016 – MOTO MAI VISTE: IL BACKSTAGE

VESPA GTS 125 E 150: AVANGUARDIA TECNOLOGICA.

Vespa GTS 125 i-get.

Il nuovo motore i-get debutta sull’ammiraglia della gamma Vespa nelle cilindrate 125 e 150cc. La grande GTS adotta così la motorizzazione tecnologicamente più avanzata: prestazioni brillanti e consumi contenuti grazie a una nuova ed elevatissima efficienza. Due le cilindrate: 125 e 150 cc, entrambe Euro 4, a iniezione elettronica, distribuzione a quattro valvole e raffreddamento a liquido. Motori che si pongono al vertice delle rispettive categorie per prestazioni e rispetto dell’ambiente. E debutta su Vespa il nuovo sistema Start & Stop brevettato dal Gruppo Piaggio e denominato RISS (Regulator Inverter Start & Stop System).

Il sistema prevede l’eliminazione del classico motorino di avviamento, sostituito da una macchina elettrica brushless “direct mount”, ovvero installata direttamente sull’albero motore. Ora sono inoltre di serie su tutti i modelli della gamma Vespa GTS l’apertura a distanza della sella con telecomando e il Bike Finder, comodissimo per individuare la propria Vespa in un parcheggio affollato, grazie al lampeggiare degli indicatori di direzione. Grande, comoda, accogliente, straordinariamente protettiva Vespa GTS coniuga la sua anima elegantemente urbana e cittadina con la vocazione al viaggio e al turismo che sempre le grandi Vespa hanno incarnato. Dalla GS del 1955 alla PX del 1978, passando per la Vespa Rally del 1968, le Vespa più grandi hanno sempre unito grandi prestazioni e comodità anche sui tratti più lunghi e impegnativi.
Vespa conferma così la sua avanguardia tecnologica che sempre ne ha segnato la storia, e si presenta come uno dei veicoli più moderni, avanzati e sicuri del panorama mondiale.

LE NOVITA’ APRILIA

In un segmento di mercato particolarmente fiorente (+33,3% a settembre 2016 in Italia, dati Ancma), Aprilia presenta importanti novità proprie della sua tradizione nelle entry level da 125cc: esordisce infatti Aprilia Tuono 125, disegnata, sviluppata e costruita in Italia. Spinta da un moderno e tecnologico monocilindrico 125cc, 4T, 4 valvole a iniezione elettronica e raffreddato a liquido, le linee di Aprilia Tuono 125 si ispirano totalmente alla maggiore Aprilia. Tuono V4 1100, ha il telaio completamente realizzato in alluminio ed è allestita con componentistica di alta qualità.

Aprilia RS 125 MY 2017.

Sempre nel mondo delle 125cc viene presentata anche la sportiva Aprilia RS 125 my 2017, rinnovata rispetto al modello precedente, con carena ed estetica ispirati direttamente alla maggiore Aprilia RS V4, plurititolata protagonista del mondiale SuperBike.

Aprilia RSV4 RF.

E infine, sono proprio le grandi supersportive della famiglia V4 ad esser state rinnovate dalla Casa di Noale, grazie anche agli sviluppi messi a segno dal reparto corse di Aprilia Racing: la supersportiva Aprilia RS V4 e la naked Aprilia Tuono V4 1100 guadagnano infatti sospensioni Öhlins, un nuovo impianto frenante, un evoluto pacchetto di controlli elettronici che comprende anche il Cornering ABS, il pit limiter, il downshifter e il cruise control.

Fondamentale, entrambi i modelli montano il celebre motore V4 di Aprilia (anche se in versioni differenti), sul quale sono stati adottati importanti interventi evolutivi che hanno permesso di raggiungere gli obiettivi di omologazione Euro4 e di aumentarne affidabilità e prestazioni generali, senza perdere potenza e coppia massima.

LE NOVITA’ MOTO GUZZI

Moto Guzzi Audace Carbon.

La storica casa motociclistica di Mandello del Lario che quest’anno ha festeggiato il 95° anniversario, presenta a Intermot la nuova Moto Guzzi Audace Carbon. Rispetto alla versione base, Audace Carbon si distingue per i diversi particolari in vero carbonio, per gli inediti comandi elettrici al manubrio e per la posizione di guida più confortevole. Non ha cromature e alla verniciatura scura di ogni dettaglio meccanico si contrappone il rosso opaco scelto per le coperture in alluminio fresato delle teste motore, che a loro volta richiamano anche il rosso delle pinze freno anteriori Brembo.

Con Moto Guzzi Audace Carbon, a Colonia ha debuttato anche la nuova Moto Guzzi California Touring; l’ammiraglia di casa MG si è presentata in una versione più ricca e meglio rifinita: aumenta il comfort, fermo restando le eccezionali prestazioni e doti di guidabilità che hanno reso California Touring il punto di riferimento del segmento.

Nuova Moto Guzzi California Touring.

Event
AROUND THE WORLD/1

LA BELLA ESTATE DI VESPA

Vespa NÀNG - NTK Li Lam

VIETNAM, “VESPA NÀNG”. Shooting fotografici e video con protagoniste le creazioni degli stilisti più cool e lo scooter-icona, servizi pubblicati sulle più importanti riviste di fashion, presenza alla Vietnam fashion week e altre iniziative: il tutto legato alla campagna 2016 “Vespa Nàng” (“Lei”).

Vespa NÀNG - NTK Đỗ Mạnh Cường

A ribadire un indissolubile connubio di stile tra il mondo della moda internazionale e Vespa, icona globale.

Vespa NÀNG - NTK Hà Linh Thư

Vespa NÀNG - NTK Anna Võ
Vespa NÀNG - NTK Lê Hà
Vespa NÀNG - NTK Rue Des Chats

Lookbook, foto, video e narrazioni sul rapporto fra il mondo della moda e Vespa in Vietnam da scoprire qui:
vespa.com.vn/cau-chuyen-vespa/nang

INDIA: IL RECORD DI NARESH TAMBADE.

Naresh Tambade, 26 anni, avvocato dell’Alta Corte di professione e biker per passione, è impegnato anche in campagne per la sicurezza stradale. Di recente ha stabilito un record nazionale in India: 1.638 chilometri percorsi in 24 ore in sella ad una Vespa SLX 150. Viaggio memorabile, compiuto sulla highway NH4 che collega Pune a Bangalore, tenendo una media di 115 km all’ora.

Qui l’intervista realizzata dal quotidiano RushLane, da cui sono tratte le foto:
www.rushlane.com/naresh-tambade-vespa-rides-1638-km-in-24-hrs-12194252.html

ITALIA, VESPA IN ESPOSIZIONE DA EATALY.

In occasione del 70° compleanno di Vespa, per tutto il mese di agosto Eataly ha esposto in quattro delle sue prestigiose location (Milano, Torino, Roma e Bari) alcuni dei modelli più belli della storia dello scooter più amato al mondo. E’ stata l’occasione per ammirare Vespa storiche come la Vespa GS, la Vespa 125 “Vacanze Romane” e la Vespa 180 SS, ma anche per conoscere più da vicino le nuove versioni speciali “70°” di Vespa Primavera e Vespa GTS 300, create per festeggiare l’anniversario. Due brand che rappresentano l’eccellenza e la creatività italiane nel mondo, si sono unite coniugando tecnologia, estetica e gusto.

INFO:
www.vespa.com/it_IT

Event
AROUND THE WORLD/2

IN VIETNAM: EVENTI
PER IL LANCIO DELLA NUOVA GAMMA
CELEBRANDO IL 7O° ANNIVERSARIO DI VESPA

LANCIO DEI NUOVI MODELLI, MOSTRA E GRAN PARATA ON THE ROAD AD HANOI. ESPOSIZIONE SPETTACOLARE NELLO SHOPPING CENTRE VIVO CITY A HO CHI MINH, TRA SELFIE E TEST RIDE.

Grande estate per i Vespa fans in Vietnam dove, tra luglio e agosto, si sono svolte numerose iniziative per celebrare il 70° compleanno dello scooter più famoso del mondo.

Il via all’inizio di luglio, con il grande evento di lancio ad Hanoi (con ospiti VIP, performance di danza e mostra dedicata alla storia di Vespa) dei nuovi modelli della gamma 2016: Primavera 125, Sprint 125 ABS e Primavera 125 ABS (equipaggiate con i propulsori di ultima generazione i-get) e le speciali Limited Edition “70°” dedicate all’anniversario e declinate nelle versioni Primavera, GTS Super e PX.

Sempre più belle e tecnologiche, le nuove Vespa offrono esperienze di guida ancora più emozionanti, in tutta sicurezza, su ogni strada.

All’evento di lancio è seguito il grande ride on the road con parata per le vie cittadine, in un’atmosfera gioiosa e coloratissima.

VESPA SPETTACOLARE NELLO SHOPPING CENTRE VIVO CITY DI HO CHI MINH.

Ad agosto, per due settimane, una spettacolare esposizione di Vespa ha dominato il salone centrale del nuovo mega shopping centre SC VivoCity di Ho Chi Minh City.

Una grande installazione in verticale, originalissima, con grandi schermi video che trasmettevano filmati e area dedicata per selfie a volontà in sella alle Vespa; l’esposizione era animata anche da performance di danza moderna e body painting e, infine, test ride per conoscere da vicino la nuova gamma. Un’esplosione di colore e di gioia per festeggiare il compleanno di Vespa: “70 Years Young”!

Event
SOCIAL NETWORK CAMPAIGN

70 ESPERIENZE INDIMENTICABILI
DA VIVERE CON VESPA

Vespa ha sempre ispirato i suoi fans a vivere esperienze memorabili. Per questo, in occasione dei suoi primi 70 anni (1946-2016), Vespa sta raccogliendo le 70 esperienze più significative da realizzare almeno una volta nella vita, creando il primo elenco ufficiale. Attraverso i canali social di Vespa (Facebook, Twitter e Instagram), i Vespisti di tutto il mondo sono chiamati a condividere le loro esperienze migliori con Vespa utilizzando l’hashtag #myvespaexperience.

Le segnalazioni sono “trasformate” in schede ad hoc, e inserite nelle quattro categorie previste in base al tema di riferimento: Fun (divertimento), Love (amore), Adventure (avventura) e Urban life (legato all’ambiente urbano).

I contributi sono quindi organizzati e diffusi nel sito web dedicato a questa originalissima “social campaign”.

70things.vespa.com

E’ divertente – e d’ispirazione! – scoprire le “worth experiences” proposte dai Vespa fans nelle quattro categorie, e votare quelle preferite, contribuendo così a realizzare il primo "Vespa Bucket List" della lunga storia Vespa: una collezione fantastica delle 70 esperienze più “cool” da vivere con lei, meravigliosa icona…di vita.

INFO & LINKS:
70things.vespa.com
www.facebook.com/vespa
twitter.com/Vespa_Official
www.instagram.com/vespa_official

FACEBOOK: 1 MILIONE DI “LIKES” PER VESPA

www.facebook.com/vespa

A inizio ottobre, la pagina ufficiale facebook di Vespa, sul sito web internazionale, ha registrato un bel traguardo: 1 milione di “mi piace”. Per l’occasione è stata creata questa “social card” animata dedicata ai Vespa fans:

E, va detto, che sommando anche i “likes” delle altre pagine facebook ufficiali presenti sui numerosi siti web di Vespa dei vari mercati (in Europa, Americas e Asia), il milione raddoppia e, anzi, va oltre; infatti, nella sola pagina fb di Vespa India i likes sono oltre 563 mila, superano i 100 mila in quella Vespa Vietnam, e così via. Non c’è da stupirsi: Vespa, si sa, piace, piace, piace…da 70 anni.
E qui vale ricordare che, in occasione del suo 12° compleanno (4 febbraio 2016), il diffusissimo social network facebook celebrò il “Friends day” in tutto il mondo attraverso una serie di video e, nella prima clip “virale”, c’era proprio Vespa!

QUI L’ARTICOLO:
wide.piaggiogroup.com/archive/wide1_16/scooter/index.html#/Event3

EVENT
APRILIA SR 150

INDIA: “RACE DAY”
CON IL CAMPIONE LORENZO SAVADORI

“INDIA, RACE DAY IS COMING”, on 22nd August 2016, annunciava questo video – visto da oltre 1 milione e 600 mila fans – con protagonista l’inedito scooter sportivo Aprilia SR 150. Un’assoluta novità per il mercato Indiano, che i giornali definiscono: “India’s first sports crossover motorcycle”.

India, Race Day is coming.

L PILOTA MOTOGP ALVARO BAUTISTA IN SELLA A SR 150, YOU TUBE APRILIA INDIA.

E il “race day” è arrivato, offrendo anche la possibilità di prenotare e acquistare online (tramite la piattaforma di Paytm, un big del settore), a prezzo di lancio, il grintoso scooter firmato Aprilia, che segna l’ingresso del marchio italiano – tra i più titolati (54 World Titles) nel panorama mondiale delle competizioni motociclistiche – nel vasto mercato Indiano.

Tra le iniziative per il lancio di Aprilia SR150, nel fatidico “race day” di agosto, c’è stato l’incontro del giovane pilota Lorenzo Savadori (campione del mondo Superstock 1000 FIM Cup 2015) con i fans in uno store a Mumbai, che ha risposto alla valanga di domande degli appassionati. Non solo: Lorenzo è stato anche la “grande sorpresa” per Adip, il primo Indiano ad acquistare Aprilia SR 150. Infatti, è stato proprio il campione Aprilia a bussare alla sua porta, a consegnargli le chiavi del nuovissimo sportbike scooter e a saltare in sella per farsi un giro. Travolgenti le emozioni “racing” vissute da Adip: nella pagina FB di Aprilia India è pubblicata la gustosa clip. Qui il link e sotto il video:

www.facebook.com/ApriliaOfficialIndia/

The Aprilia SR 150 Surprise

E in settembre continuano le consegne di Aprilia SR 150 ai dealer indiani, partendo dalle megalopoli Pune, Nagpur, Hyderabad, Bangalore, Kerala e Chennai.

INFO:
www.apriliasr150.in

PRECEDENTE ARTICOLO SUL QUESTO TEMA:
wide.piaggiogroup.com/archive/wide3_16/scooter/index.html#/Product4

INSIDE

DENTRO IL NUOVO IMPIANTO
DI VERNICIATURA VESPA

Pontedera, 23 Aprile 2016: in occasione del 70° compleanno di Vespa, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha visitato gli stabilimenti Piaggio e il nuovissimo reparto di verniciatura robotizzata.

E’ TRA I PIU’ AVANZATI DEL MONDO AUTOMOTIVE: METODOLOGIE, PROCESSI E TECNOLOGIE SONO ALL’AVANGUARDIA. QUI IL VIDEO.

IL NUOVO IMPIANTO DI VERNICIATURA VESPA

Nel 2016 Vespa festeggia i suoi primi, magnifici settanta anni facendosi un regalo straordinario: un impianto di verniciatura completamente nuovo, realizzato con le tecnologie più moderne che ne fanno uno dei più avanzati del mondo automotive. Si tratta di una struttura che assicura a Vespa un primato nella qualità, contribuendo a rendere sempre più premium il marchio più famoso e amato nel mondo delle due ruote.
Il nuovo impianto di verniciatura è stato realizzato nello stabilimento di Pontedera, dove Vespa nasce ininterrottamente dal 1946, in un’area contigua alla struttura precedente e annessa allo stabilimento di produzione veicoli. L’impianto si estende ora per 96 metri di lunghezza, in un’area totale di quasi 1.000 mq. Si tratta di un investimento da 20 milioni di Euro particolarmente significativo, perché modernizza e rende sempre più di avanguardia un marchio blasonato, proprio quando festeggia sette decenni di una storia così lunga e importante.

Coerente con la qualità che da sempre contraddistingue tutta la produzione del Gruppo Piaggio, la linea di verniciatura del nuovo impianto è stata concepita e realizzata ricorrendo alle più avanzate soluzioni tecnologiche e adotta innovazioni di assoluta avanguardia. A garantire la straordinaria qualità del prodotto finale interviene una nuova metodologia di applicazione delle vernici, ora totalmente automatica, che avviene tramite robot con coppe elettrostatiche ad alta efficienza, sia in termini di riduzione dell'over-spray sia sui consumi di vernice. Sono inoltre presenti, per la gestione della linea, sofisticati sistemi di controllo e monitoraggio dell'intero processo di verniciatura.

Tra i vantaggi del nuovo impianto, progettato e realizzato da Geico, (leader mondiale nel settore della verniciatura di veicoli), si segnalano una forte riduzione di consumi (e quindi di costi) energetici e un maggiore controllo sulla qualità del prodotto finale.
Particolare attenzione è stata anche posta al rispetto dell’ambiente, grazie a rigidi controlli sulle emissioni e, ancora una volta, contenendo i consumi energetici. Nel nuovo impianto le emissioni delle cabine di verniciatura, degli appassimenti e del forno di cottura delle vernici, sono inviate a un efficiente sistema di incenerimento dei fumi che provvede all’abbattimento dei solventi. Queste stesse cabine, che funzionano con aria riciclata al 90%, consentono un importante recupero energetico rispetto agli impianti tradizionali.

Il Gruppo Piaggio si conferma così un’azienda votata all'innovazione sia di prodotto sia di processo. Un'azienda capace di raggiungere l’eccellenza ricorrendo a tecnologie di alto livello, per garantire i più elevati standard di qualità e di finitura dei propri veicoli e avendo una costante attenzione al rispetto dell’ambiente.

Markets
GRUPPO PIAGGIO

AMPLIATA LA RETE DISTRIBUTIVA
NEL MERCATO INDIANO E ASIA PACIFIC

(L’attore Naga Chaitanya, guest star al recente evento di lancio del nuovo Motoplex di Hyderabad, India, posa su Aprilia RSV4 RF e, nella foto sotto, su Moto Guzzi California).

IN POCHI MESI APERTI 12 MOTOPLEX TRA INDIA, VIETNAM, INDONESIA, CINA, GIAPPONE E FILIPPINE. CON LE NUOVE APERTURE SONO 140 I MOTOPLEX NEL MONDO CHE OFFRONO VEICOLI PIAGGIO, VESPA, APRILIA E MOTO GUZZI.

Milano, 11 agosto 2016 – Il Gruppo Piaggio ha implementato ulteriormente la rete distributiva nel mercato indiano e Asia Pacific (APAC) inaugurando 12 nuovi Motoplex, gli store multibrand del Gruppo. In particolare in India sono stati aperti tre main store Motoplex: uno a Hyderabad, nello Stato del Telangana, uno nella megalopoli Chennai, la capitale del Tamil Nadu e uno nella città marittima di Kochi, nello Stato del Kerala, per una metratura complessiva di oltre 1.300 metri quadrati.

Unitamente al flagship store di Pune inaugurato lo scorso novembre, i punti vendita indiani offriranno i brand Vespa, Moto Guzzi e Aprilia, quest’ultimo arricchito del recente lancio dello scooter sportivo Aprilia SR 150 che si affianca all’offerta premium del Gruppo sul mercato indiano e anticipa l’ampliamento della gamma prodotti.

Inoltre, sono stati inaugurati tre nuovi Motoplex in Vietnam, due in Indonesia, uno in Giappone nell’area di Tokio, due main store in Cina (uno a Nanchino, antica capitale cinese, e uno a Hangzhou, città situata presso la foce del fiume Qiatang), e uno a Manila, il primo delle Filippine.

I Motoplex offriranno complessivamente i prestigiosi marchi del Gruppo (Piaggio, Vespa, Aprilia e Moto Guzzi), rappresentando una formula di flagship store multimarca del tutto innovativa, in linea con la nuova strategia globale di esperienza in-store che il Gruppo Piaggio sta sviluppando nelle principali aree metropolitane di tutto il mondo. Motoplex è, infatti, un concetto di store proiettato verso il futuro, che consente al dealer di sfruttare più marchi e prodotti all'interno dello stesso spazio e, al contempo, offrire ai propri clienti una prospettiva coinvolgente del mondo delle due ruote.

Con queste nuove aperture salgono così a 140 i Motoplex del Gruppo Piaggio aperti nel mondo, che affiancano la rete distributiva tradizionale, suddivisi tra i mercati dell’area EMEA, quelli dell’APAC (inclusa l’India) e le Americhe, dove sono pianificate importanti aperture entro fine anno, in particolare nel Sud continente.

INFO:
http://www.motoplexpiaggio.com

Markets

GRUPPO PIAGGIO: PROSEGUE IL PIANO DI RAFFORZAMENTO IN SUD AMERICA
ANCHE CON I VEICOLI COMMERCIALI

LANCIATA LA NUOVA APE IN MESSICO. ENTRO LA FINE DELL’ANNO PREVISTA LA COMMERCIALIZZAZIONE DEI NUOVI VEICOLI A TRE RUOTE ANCHE IN PERÙ, COLOMBIA, GUATEMALA E HONDURAS.

Milano, 10 ottobre 2016 – Il Gruppo Piaggio, in linea con il piano di espansione e rafforzamento della propria presenza nei mercati del Sud America, ha avviato in Messico la commercializzazione di Ape, il celebre veicolo a tre ruote.

“Ape è già presente in alcuni Paesi sud americani ” ha dichiarato Roberto Colaninno, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Piaggio, “ma il progetto di crescita del Gruppo in questi territori, grazie anche ai veicoli commerciali, è stato sviluppato negli ultimi anni, ed è concepito con una prospettiva di lungo termine, non è basato su singole business opportunities. Oggi possiamo contare su partner locali affidabili di primo piano, radicati sul mercato e che dispongono di una rete distributiva e di assistenza capillare”.

APE’ CITY – OFFICIAL VIDEO

In Messico Ape è stata lanciata nelle nuove versioni Ape City e Ape Romanza, destinate al trasporto di persone. Entro la fine del 2016 ne è prevista la commercializzazione anche in Perù, Colombia, Guatemala e Honduras, Paesi nei quali Ape è già presente con modelli precedenti e con versioni destinate al trasporto merci o adattabili a negozi ambulanti.

APE’ ROMANZA – OFFICIAL VIDEO

In Sud America Ape è comunemente utilizzata come servizio di taxi nelle aree periferiche delle grandi città, collegandole agli hub del centro metropolitano, rispondendo quindi alle necessità di spostamento non soddisfatte dal trasporto pubblico locale.

Inoltre Ape ha permesso negli anni lo sviluppo di una micro rete imprenditoriale, basata su negozi ambulanti (principalmente legati allo street food, fenomeno in netta ascesa anche in Europa), o piccoli trasportatori grazie alla versione Ape Cargo.
Il mercato Sud Americano dei veicoli commerciali a tre ruote, considerando i Paesi in cui Piaggio è presente, è pari a circa 35.000 unità annue, con volumi cresciuti del 52% negli ultimi 6 anni. Il Gruppo Piaggio nel settore dei veicoli commerciali (dati 1° semestre 2016) ha consuntivato vendite nel mondo per 94.700 veicoli (94.000 unità nel primo semestre 2015) per un fatturato netto pari a 199,1 milioni di euro (197,6 milioni di euro nel primo semestre 2015). Il dato include i ricambi e accessori, che hanno registrato vendite per 22,4 milioni di euro (+14,9% rispetto ai 19,5 milioni di euro del primo semestre 2015). Piaggio è leader nel mercato indiano nel segmento trasporto merci (Cargo) con una quota di mercato del 52,8%.

INFO:
www.piaggiocommercialvehicles.com/it_IT

MARKETS
IN COSTA AZZURRA

DOLCE FRANCIA
SU APE CALESSINO

E’ TRA I VEICOLI PREFERITI PER TOUR TOURISTICI, SERVIZI NAVETTA, MATRIMONI ED EVENTI. AFFASCINA L’ELEGANTE VEICOLO A TRE RUOTE FIRMATO PIAGGIO. E IL BUSINESS CRESCE, ATTRAENDO ANCHE START-UP DI GIOVANI.

Ha puntato tutto su Ape Calessino la giovane società francese “Courses 83 Express” di Bandol, che offre servizio di trasporto persone con autista (navette, eventi, matrimoni) ed anche tour turistici.

Infatti, la flotta di veicoli a tre ruote (che qui chiamano “triporteurs”) con tanto di “capote” color crema come i sedili e le portiere, con livree nelle tinte blu, bianco e rosso (non a caso sono i colori della bandiera nazionale), fa servizio cittadino a Bandol, nella vicina Sanary e fino a St. Cyr-Sur-Mer, apprezzate località balneari della Costa Azzurra.

Ma non solo: la società (che offre servizi di trasporto sia a privati sia ad aziende) propone anche circuiti turistici alla scoperta di queste tre deliziose località costiere del sud della Francia. Che bello respirare aria marina immersi in un clima da “Dolce Vita”, viaggiando “slow” a bordo di un mezzo chic e originale che sa regalare…”joie de vivre!”.

Gli Ape Calessino di Courses 83 Express si sono visti anche ai Vespa World Days 2016, il mega raduno mondiale che quest’anno si è svolto all’inizio di giugno a Saint-Tropez.

(Le immagini di questo articolo sono tratte dal sito di Courses 83 Express).

INFO
www.courses-83-express.com

MARKETS

STREET FOOD DI QUALITA’

IL “CIBO DI STRADA” SI EVOLVE: IL BUSINESS E’ SEMPRE PIU’ SPECIALIZZATO E RAFFINATO, TRA SUSHI, TARFUFI, MOZZARELLA DI BUFALA, FRULLATI BIO E SPECIALITA’ DA CHEF. E IMMANCABILE CAFFE’ ITALIAN STYLE.

Ormai è diventato un business fiorente: in Italia e all’estero dilaga lo street food, con grandi protagonisti i veicoli commerciali Piaggio Ape e Porter, grazie agli allestitori specializzati capaci di trasformare gli agili e flessibili veicoli commerciali in deliziosi “bistrot” su ruote, efficienti, attraenti e curati fin nei dettagli.

Porter e Ape Piaggio street food presenti al big event “Moto Guzzi Open House”, a Mandello del Lario (9-11 settembre 2016), in festa per i 95 anni del marchio motociclistico italiano.

I colorati furgoncini offrono di tutto, soprattutto ghiottonerie di qualità e specialità gastronomiche. Altro che panini calorici e bevande gassate: nelle strade dei centri cittadini, durante fiere ed eventi e nei numerosi festival dedicati “al cibo itinerante”, la scelta è ormai ampia.

Si possono gustare sushi e ostriche, specialità a base di tartufi, di carne pregiata (per esempio di “chianina” toscana), proposte biologiche (frullati di frutta, verdure fresche, zuppe), passando per mozzarelle di bufala, fritture di tutti i tipi, barbecue tipico americano con alette di pollo, caffè all’italiana e pregiati vini da intenditori, pane e pasta bio e gluten free, perfino polenta e risotto alla milanese, l’immancabile pizza declinata in mille modi, e poi torte, dolci, granite, gelati e birre artigianali… e via elencando.
Il “segreto” del successo è specializzarsi, scegliendo i migliori prodotti della tradizione gastronomica e materie prime di qualità.

“Pizza Any Place” a Londra su Ape: iniziativa dell’azienda inglese Universepizza Ltd. in collaborazione con l’italiana Forni Dorigo.

“PIZZ’ARTI”: speciale allestimento di Ape in versione pizzeria on the road del dealer X-Clusive Bike di Torhout, Belgio.

“Macchina Mobile Cafè” a Toronto su Ape Piaggio, realizzazione di Ken Johnson di Bayfield, Ontario. Nella foto sotto: un’altra Ape allestita da Ken, per un cliente della California; è la “3wheel Cafè”, in servizio all’Empire Polo Grounds, a Indio; uno staff di giovani serve 600 drinks caldi e freddi in 4 ore. Happy hour…happy Ape!

MARKETS
FLOTTE

TUTTI VOGLIONO
LIBERTY “DELIVERY”

DELIVERY SERVICE IN POLONIA. Richiestissimo dalle aziende, Piaggio Liberty in versione “delivery” conquista di continuo nuovi clienti. Come in Polonia, dove la società Delivery Service (specializzata nel settore food), ha di recente acquistato una flotta di veicoli 50cc full optional, allestiti per le consegne di specialità gastronomiche, con bauletto posteriore personalizzato e portapacchi anteriore. Agili nel traffico cittadino, i Piaggio Liberty sono i veicoli ideali per consegne…rapide!

In queste foto, una parte della flotta consegnata alla Delivery Service, in servizio a Varsavia, capitale della Polonia.

PAPA JOHN'S IN SPAGNA. Kentucky, USA: nel gennaio 2016, “Papa John’s Pizza” (catena americana di pizzerie in franchising, presente negli States, aree Latin America & Carribean, Europa, Middle East & North Africa) annunciava i suoi programmi di espansione in Spagna, siglando un accordo di sviluppo – per aprire 100 ristoranti nella capitale Madrid e dintorni – con la Drake Enterprises AG (la stessa di Papa Johns in Cile), nel secondo semestre dell’anno. Il programma delle aperture procede, e in Spagna è già stata scelta la flotta di veicoli per le consegne: 165 Piaggio Liberty 50cc 4T, in versione “delivery”.

PRECEDENTE ARTICOLO SU QUESTO TEMA:
wide.piaggiogroup.com/archive/wide2_16/scooter/index.html#/Markets5

INFO CORPORATE BUSINESS PIAGGIO GROUP:

www.fleet.piaggiogroup.com/it

COLLEZIONISMO&MODELLISMO

“COSTRUISCI LA MITICA VESPA 150 GS DEL 1956”

HACHETTE FASCICOLI HA LANCIATO LA COLLEZIONE CON PROTAGONISTA UNO DEI MODELLI PIU’ AMATI: APPASSIONATI GIA’…IN CORSA PER COMPLETARE LA STRAORDINARIA RIPRODUZIONE IN SCALA 1:3.

Anteprima DVD "Costruisci la mitica Vespa 150 GS"

In occasione dei 70 anni di Vespa, Hachette Fascicoli pubblica – per la prima volta in edicola – l’opera “Costruisci la mitica Vespa 150 GS”, dedicata alla costruzione del modello statico della Vespa più sportiva e amata: un veicolo che alla sua nascita, nel 1955, rivoluzionò l’immagine di Vespa con doti di potenza e velocità mai viste prima.

Hachette propone in prima assoluta per i modellisti più esigenti una straordinaria riproduzione in scala 1:3 della mitica Vespa 150 GS. Una scala importante, con dettagli sorprendenti che permetterà, componente dopo componente, di scoprire e ammirare tutti gli aspetti estetici e meccanici in un capolavoro di modellismo senza pari.

Ad ogni uscita dell’opera sono allegati i componenti per costruire, passo dopo passo, la Vespa e un fascicolo con dettagliate istruzioni per il montaggio oltre che sezioni dedicate al mondo Vespa.

In più, con la prima uscita, un DVD con l’anteprima di tutte le principali fasi di montaggio della fedele replica in scala 1:3, e tutti i suoi sorprendenti dettagli: carrozzeria in metallo, sellino apribile in similpelle, manubrio sterzante, cavalletto e ventola di raffreddamento funzionanti, e in più luci e l’inconfondibile suono del motore a due tempi attivabili tramite telecomando incluso nelle uscite. La collezione è realizzata su licenza ufficiale Piaggio S.p.A.

INFO:
www.costruiscilavespa.it

“FATTI UN SELFIE E VINCI”

www.facebook.com/notes/costruisci-la-mitica-vespa-150-gs/fatti-un-selfie-e-vinci-una-vespa-150-gs-in-scala-13-da-montare

LA SCHEDA STORICA

La 150 GS (Gran Sport, Preserie VS1T, 1955) è la prima Vespa con caratteristiche sportive ad essere prodotta in grande serie, frutto delle esperienze maturate nelle competizioni dalla squadra corse Piaggio. Il motore, caratterizzato da alcune soluzioni tecniche sperimentate sulla Vespa Sei Giorni, ha l’immissione diretta nel cilindro ed è capace di 8 CV a 7.500 giri.

Collezione di modelli Vespa, sportivi e da competizione, al Museo Piaggio, Pontedera (Pisa).

Il cambio a quattro marce, la sella allungata e le grandi ruote da 10 pollici modificano sostanzialmente la linea di Vespa, che si scopre veicolo grintoso e capace di prestazioni “mozzafiato”. Si tratta dunque di una pietra miliare nella storia degli scooter: le sue caratteristiche tecniche ed estetiche la rendono infatti così affascinante da farla definire lo scooter più bello mai prodotto al mondo. Per queste ragioni la Vespa GS è ancora oggi una delle più ricercate e amate dai collezionisti.

Fonte:
www.museopiaggio.it

ADVENTURE
IN TURCHIA E RITORNO

DAVIDE ACQUANITA:
“VESPING TO ANKARA”

(L’arrivo ad Ankara, capitale della Turchia).

UNO STUDENTE ITALIANO HA TRASCORSO UN ANNO DI STUDIO AD ANKARA, PER IL PROGRAMMA ERASMUS. QUEL CHE LO DISTINGUE E’ CHE NELLA CAPITALE DELLA TURCHIA ARRIVO’ IN SELLA ALLA SUA VESPA PX, CHIAMATA “JADE”. AVVENTURA IN SOLITARIA, FORMATIVA E RICCA DI EMOZIONI, LUNGO 2.500 CHILOMETRI. INDIMENTICABILE. E, L’ANNO DOPO, HA COMPIUTO IL VIAGGIO DI RITORNO, SEMPRE ON THE ROAD.

(Il ritorno a casa, Genova, Italia, un anno dopo).

Nessun altro veicolo suscita, di generazione in generazione, ormai da 70 anni, la voglia di avventura, di andare, di esplorare. Anche per tanti giovani d’oggi, ai quali non bastano le emozioni virtuali, Vespa è sinonimo di libertà e di vita “reale”. Ed ecco l’ennesima storia, segnalata alla redazione di Wide dal giornalista e videoreporter Quintino Di Vona.

“Dado” & Jade.

Il protagonista è un giovane studente universitario di Genova, Davide Acquanita (“Dado” per gli amici), facoltà di Ingegneria Meccanica: in vista di un anno di studio ad Ankara, per il programma Erasmus, alla Gazi University decise di arrivare nella capitale della Turchia in Vespa, affrontando un viaggio-avventura di tre settimane, nell’agosto di due anni fa. In solitario, in sella alla sua PX 150 del ’99, sulle orme del celebre viaggiatore Giorgio Bettinelli. “Leggendo il suo libro ‘In Vespa’ che narra del raid da Roma a Saigon, ho avuto l’idea di questo viaggio”, ha raccontato Davide al giornalista Di Vona, durante un’intervista.

Così, spinto soprattutto da entusiasmo giovanile, Davide è riuscito a compiere il raid, da lui chiamato “Vesping to Ankara”, con pagina facebook dedicata (da cui sono tratte le foto di questo articolo). Attraversando l’Italia da nord verso sud, poi sbarcando in Grecia in direzione del confine turco.

Tappa in Toscana.

Con grande spirito di adattamento, dormendo in ostelli, da amici, in tenda nei campeggi, curioso ed entusiasta, Davide ha “macinato” circa 150 km al giorno. Meta raggiunta con successo, con numerosi fans italiani, greci e turchi che hanno seguito la sua avventura attraverso il web. E, nell’estate dell’anno successivo, si è rimesso in sella ed è tornato a casa, a Genova, sempre on the road.

Istanbul, Turchia.

PILLOLE DI VIAGGIO. Dal suo dettagliato diario di bordo, cogliamo alcune immagini: gli amici scooteristi in corteo alla partenza da Genova con clacson di saluto; tappa nell’oasi naturalistica di Massaciuccoli in Toscana (dove d’estate fa il volontario); il papà di un’amica che gli ha regalato l’antiruggine per il telaio della Vespa; amici e persone sconosciute che l’hanno aiutato durante il viaggio; le conversazioni con Sho, ragazzo giapponese; i pensieri di Davide: “L'essere umano è fatto per scoprire, per esplorare, per capire cose nuove. E non riesco a capire come possa esserci tanta crudeltà in questo mondo. Basterebbe davvero niente perché tutti potessero condurre la miglior vita possibile. Basterebbe guardare, come ha scritto Lewis Carroll, attraverso lo specchio, andare oltre al semplice riflesso di sé stessi”; il passaggio al confine turco (“La prima volta fuori dall’Unione Europea”); la tappa di cinque giorni alla scoperta di Istanbul; le riflessioni una volta raggiunta la meta Ankara: “E' stata un'impresa bellissima. Ho incontrato persone speciali, ho visto e visitato luoghi che credo non avrei mai incrociato altrimenti. Mi sono divertito, ho conosciuto una piccola parte di mondo e anche una parte di me stesso… La mia avventura è stata un grande gioco. Bisogna divertirsi quanto più si riesce, non rinunciare a nulla se possibile. Ogni cosa ci può arricchire... E la nostalgia è stata sostituita dalla curiosità e dalla grande voglia di scoprire ed esplorare il mondo davanti a me”. In Vespa.

ON THE ROAD
AUSTRALIAN TRIP

AMANDA HUNTER:
DA BRISBANE ALLA TASMANIA
SU PIAGGIO BEVERLY BV 350

(Amanda Hunter con il suo Piaggio Beverly ha viaggiato dal Queensland all’isola di Tasmania).

IN 16 GIORNI HA PERCORSO OLTRE 6.400 CHILOMETRI. QUI RACCONTA LA SUA GRANDE PASSIONE PER I VIAGGI IN SCOOTER E PER IL MARCHIO ITALIANO.

Una bella storia di come uno scooter può migliorare la vita. E’ quella di Amanda Hunter: vive e lavora nella città australiana di Brisbane, nello stato del Queensland. Attualmente, racconta, è impiegata amministrativa nell’istituzione pubblica “Queensland Fire and Emergency Services”; in passato ha operato come meccanico motorista nell’Esercito Australiano (Australian Army) per 15 anni, e amava guidare moto sportive. In seguito ad un infortunio a un ginocchio si è congedata dall’esercito e, siccome, le piace sempre stare in sella e guidare veicoli a due ruote, ha deciso di scegliere uno scooter (la posizione di guida non crea difficoltà al suo ginocchio), veicolo ideale – dice lei – per andare ogni giorno al lavoro e per viaggiare nel tempo libero.

Brisbane, Queensland, Australia.

Continua Amanda: “Il mio primo acquisto è stato uno scooter a tre ruote Fuoco 500cc comprato nel 2011. Poi sono passata al Beverly nel 2013. Amo viaggiare in scooter: gran parte di quel che mi serve sta nel sottosella o nel bauletto e via, nessuna borsa ingombrante attaccata al veicolo. Apprezzo comfort, qualità e tecnologia dei maxi scooter Piaggio, come l’ABS/ASC e la presa da 12 volt, e sto considerando anche il Piaggio Multimedia Platform per il mio prossimo acquisto. Seguo gli sviluppi tecnologici e i nuovi modelli attraverso i siti web del Gruppo Piaggio, per tenermi sempre aggiornata”.

Wineglass Bay, Penisola di Freycinet, Tasmania.

E, mentre scriveva tutto questo in un messaggio inviato alla redazione di Wide Piaggio Magazine, Amanda informava anche dei suoi bei viaggi compiuti in sella allo scooter: il più recente, quest’anno, da Brisbane alla Tasmania. In 16 giorni ha percorso oltre 6.400 km tra andata e ritorno, ammirando paesaggi mozzafiato e visitando luoghi di interesse storico e culturale (nel riquadro a fianco la cronaca day by day). E, conclude Amanda, sta già pensando al prossimo viaggio in scooter, con meta Longreach, nel cuore del Queensland. Vai Amanda, vai!

L’ITINERARIO DAY BY DAY

Amanda Hunter sul suo Piaggio Beverly durante il viaggio in Tasmania.

“Siamo partiti con un gruppo di amici, con sei veicoli, tra moto e scooter, io in sella al mio Piaggio Beverly BV 350cc. Giorno 1 – Da Brisbane a Narrabri, 596.2 km, 43° di temperatura, con venti caldi. Giorno 2. A Wagga Wagga, 680,31 km, un po’ freddo (16 gradi) e umidità. Chi avrebbe potuto indovinare che qui sarebbe piovuto! Comunque, dopo la partenza alle 8 del mattino, abbiamo avuto un piacevole ride con il GPS che ci porta dove vogliamo andare. Siamo arrivati nel tempo previsto, ma incontrando un po’ di pioggia. Per questo viaggio ho aggiunto un deflettore al mio Beverly, poi parcheggiato sotto la sella. (Qui foto inviate da Amanda, ndr).

Giorno 3 – Al confine dello stato Victoria: leggera pioggia, fresco e umido; siamo sulla strada per l'aeroporto Tullamarine a Melbourne (465,11 km); quindi traghetto verso la Tasmania, con traversata tranquilla. Giorno 4 – Da Devonport a Strahan Village 239 km. Bella passeggiata a Cradle Mountain, nel National Park, in Tasmania. Dopo il calore della corsa si avverte il freddo, così devo acquistare al volo una giacca (e un souvenir).

Cradle Mountain, National Park, Tasmania.

Giorno 5 – Esplorare Strahan e Queenstown, qui il sito della West Cost Wilderness Railway: www.wcwr.com.au

Giorno 6 – Da Strahan Village a Bruny Island, 379,65 chilometri, clima ottimo per guidare.

Strahan Village - Accommodation in Strahan, Tasmania

Giorno 7 – Da Bruny Island a Port Arthur, 188 km. Clima fantastico e tutto quello che si vede in questa foto è stato un pranzo di pesce da AUD $ 26 (26 dollari australiani), assolutamente meraviglioso.

Giorno 8 – Visitando Port Arthur, c’è molto da camminare! Giorno 9 – Da Port Arthur a Swansea 201,85 km, ancora bel tempo, anche al Swansea Caravan Park. Giorno 10 – Esplorando Swansea Bay of Fires e ritorno, 366,84 km.

EAST COAST TASMANIA – BAY OF FIRES

www.eastcoasttasmania.com/discover/town/bay-of-fires

Giorno 11 – Ultimo giorno in Tasmania, da Swansea a Launceston per il tè del mattino, 315 km. Poi su a Pipers Brook Winery per il pranzo. Quindi andiamo al terminal dei traghetti a Devonport, per tornare sulla terra ferma.

Devonport: i traghetti “Spirit of Tasmania” che collegano l’isola all’Australia.

Giorno 12 – Australia, Melbourne; ad Apollo Bay attraverso la Great Ocean Road e “12 Apostoli”, 309 km.
Sito: www.visitgreatoceanroad.org.au
Giorno 13 – Da Apollo Bay a Wangaratta, 434 km. Abbiamo percorso la strada via aeroporto di Tullamarine, scendendo al volo sulle nostre selle, con fermata a Seymour Victoria, un ricordo per noi ex veterani dell'esercito. Ero un motorista meccanico e mio marito era un tecnico elettronico, e abbiamo lavorato qui quando fummo inviati in quest’area. Abbiamo quindi proseguito attraverso Glenrowan (www.visitglenrowan.com.au/) verso Wangaratta per pernottare.
Giorno 14 – Da Wangaratta a Bathurst, 525 km. Ci siamo fermati al “Holbrook Submarine Museum”, quindi al “The dog on the Tuckerbox”, a Gundagai (New South Wales), attrazione australiana nota a livello internazionale.

Sosta per il pranzo a Cowra, dove abbiamo visitato i giardini giapponesi.

Lasciando Cowra, un inconveniente al Beverly (che ha 36,500 km), sistemato al meglio il cappuccio della candela… Giorno 15 – Da Bathurst al Telegraph Point, 553 km…il Beverly ha solo il 75% di potenza, ma più che sufficiente per tornare. Si viaggia attraverso la spettacolare Upper Hunter Valley (www.visitnsw.com/destinations/hunter/upper-hunter). Anche Telegraph Point è un luogo gradevole, con lo Stoney Park acquatico. Giorno 16 – DA Telegraph Point a Brisbane (a casa!), 558 km. Oggi sembrava il giorno più duro, articolazioni e muscoli sono stati allenati abbastanza. A casa a metà pomeriggio, nonostante il traffico e i lavori stradali lungo la Pacific Motorway…
P.S. Giorno 17 – Il Beverly va da “Brisbane Motorcycles” per un ben guadagnato controllo e un nuovo cavo per la candela. Ora ha più di 38 mila km: lo comprai nuovo nel settembre del 2013; in sella abbiamo fatto bei viaggi: nel 2014, da Brisbane a Tenterfield, Armidale e Coffs Harbour via Waterfall Way (www.visitnsw.com/things-to-do/drives-and-road-trips/waterfall-way), 970 km; nel 2015, da Brisbane a Mitchell e ritorno www.outbacknow.com.au/index.php/towns/detail/queensland/south_west/mitchell), 1.200 km; e ancora da Brisbane a Canberra e ritorno (Wall to Wall Remembrance) per 2600 km”.
(By Amanda Hunter).

Brisbane, Australia.

On The Road

LE STRADE PIU’ BELLE D’EUROPA.
TRE SONO ITALIANE

Passo dello Stelvio, Italia.

25 METE D’ISPIRAZIONE PER IL PROSSIMO VIAGGIO SU DUE RUOTE. COSTIERA AMALFITANA, LAGO DI COMO E PASSO DELLO STELVIO TRA I MIGLIORI ITINERARI.

Kylesku Bridge, North Coast 500, Scozia (Image by Richard Wiseman/CC BY 2.0.).

E’ stata denominata “Ultimate Summer Drive” (USD) la “formula” che ha definito la classifica delle strade più belle d’Europa. La graduatoria è stata messa a punto elaborando i risultati di un sondaggio online, cui hanno risposto 14 mila guidatori di diversi Paesi, tramite l’equazione USD inventata dallo psicologo David Holmes, ed integrata con i risultati di una ricerca europea commissionata da TomTom a Censuswide nel maggio 2016. Holmes ha studiato e valutato vari elementi che caratterizzano i percorsi, compresi per esempio, le zone collinari, gli aspetti paesaggistici, i punti di sosta, il tipo di strada (pendenza, dissesto, numero di curve), il livello di traffico. Nella classifica finale, tra le 25 strade più belle d’Europa sono citati anche tre itinerari in Italia. La graduatoria finale è di interesse, oltre che per gli automobilisti, anche per gli appassionati delle due ruote, scooter o moto che siano, come idee di viaggio. Ecco le 25 migliori strade europee, suddivise per categorie.

Migliori strade costiere: Costiera Amalfitana, Italia; Ireland's Causeway Coastal Route, Irlanda; Costa Brava, Spagna; Estoril, Portogallo; Costa Dalmata, Croazia.

Costiera Amalfitana, Italia.

Migliori strade forestali: 500 Schwarzwald Hochstrasse, Foresta Nera, Germania; A5 da Chirk a Bethesda via Snowdonia Park, Galles; Parco nazionale di Los Alcornocales, Spagna; New Forest, Inghilterra; Lago di Como, Italia.

Lago di Como, Italia.

Migliori strade di montagna: Passo di Furka, Svizzera; Il Passo dello Stelvio, Italia; Grossglockner Hochalpenstrasse, Austria; Col de Turini, Francia; Trollstigen, Norvegia.

Route One, Islanda.

Migliori strade epiche per un viaggio estivo: Da Inverness a Nairn Circular 500, Scozia; Atlantic Ocean Road, Norvegia; Route One, Islanda; Wild Atlantic Way, Irlanda; Circuito Basco, Spagna, Francia.

Atlantic Ocean Road, Norvegia.

Migliori strade storiche: Percorso Napoleonico, Alpi Marittime, Francia; Romance Road, Germania; The Marguerite Route, Danimarca; Peloponneso, Grecia; Transfagarasan, Romania.

Transfagarasan, Romania.

PIAGGIO WI-BIKE AL FESTIVALETTERATURA DI MANTOVA “CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2016”

Piaggio Group era presente alla 20° edizione di “Festivaletteratura”: la kermesse si è svolta dal 7 all’11 settembre a Mantova, “Capitale Italiana della Cultura 2016”. Una tradizione, ormai, quella di sostenere il grande evento internazionale, che quest’anno ha festeggiato il ventennale. Gli eventi scelti da Piaggio, quale sponsor, sono stati due ed entrambi in calendario sabato 10 settembre, con gran presenza di pubblico: “L’arte è il mormorio della storia” era il titolo dell’incontro, a Palazzo San Sebastiano, dello scrittore inglese Julian Barnes, autore del romanzo “Il rumore del tempo”, con Peter Florence, direttore del Festival di Hay; “Luci della città”, al Teatro Ariston, ha visto protagonista lo scrittore americano Jay McInerney, in conversazione con il giornalista Stefano Salis.

Presenza del Gruppo Piaggio anche nella centrale piazza Sordello, con una postazione tutta dedicata alla nuova Wi-Bike: una ventina i veicoli messi a disposizione per test ride gratuiti sulle strade cittadine e sull’incantevole lungolago mantovano. Grande interesse e partecipazione da parte del pubblico: oltre cento test effettuati da cittadini e ospiti di Festivaletteratura 2016, che hanno colto l’occasione di provare l’innovativa e tecnologica Piaggio Wi-Bike.

INFO: www.piaggio.com/wi-bike/it


ITALIAN GREEN ROAD AWARD: L’OSCAR DEL CICLOTURISMO

Al Cosmobike Show (16-19 settembre 2016, Veronafiere), sono stati assegnati i premi “Italian Green Road Award”, dedicati ai migliori percorsi cicloturistici italiani. Primo premio al Friuli Venezia Giulia con l’Alpe Adria, al secondo posto l’Emilia Romagna con la Garda-Adriatico, al terzo la Lombardia con il Sentiero Valtellina Bike. Il premio della stampa è andato all’Eroica (Gaiole in Chianti, Toscana) e due menzioni speciali sono state attribuite all’Abruzzo e alla Campania.

On The Road
VIAGGIARE “SLOW”

RIEVOCAZIONE DI UN TOUR DI 40 ANNI FA:
MISSIONE COMPIUTA!

Per festeggiare il quarantesimo anniversario del loro viaggio in sella ai ciclomotori Piaggio Ciao, da Sesto San Giovanni (Milano) a Raiano (L'Aquila), un gruppo di amici ha organizzato la replica del loro tour “giovanile”. In giugno sono tornati in sella agli amati Ciao, per mesi minuziosamente restaurati e revisionati dagli stessi protagonisti del viaggio, che è durato dieci giorni, per affrontare gli oltre 1.500 chilometri del percorso dal nord al centro Italia, e ritorno.

Da sinistra: il gruppo di viaggiatori in Ciao nel 1976; il team 2016 che ha replicato il tour.

Protagonisti sono i fratelli Cesare e Tony Capitanio, affiancati dagli amici Stefano Galante e Nadia Pirone, cui si è aggiunto on the road Ernesto Gaetani. Di loro hanno parlato molto i giornali, che hanno dedicato vari articoli all’impresa. Tra l’altro, organizzata e curata in ogni dettaglio: creato anche un logo dedicato, posizionato poi sul frontale dei ciclomotori con citazione di sponsor e sostenitori, con stemmi dei Comuni di Sesto San Giovanni e di Raiano.

Viaggiatori e veicoli hanno sfoggiato lo stesso spirito giovane e temerario di 40 anni fa, e il loro desiderio di tornare alla scoperta di luoghi e persone è stato esaudito. E’ il bello del viaggiare “slow”, diventato di moda, in Italia come all’estero, che vede gran protagonisti gli scooter (Vespa soprattutto) e i ciclomotori Piaggio. Nel cuore rimangono mille immagini, ricordi ed emozioni. Ciao ragazzi! Ciao Italia!

CRONACA DEL “40TH SESTO SAN GIOVANNI-RAIANO”

“Missione compiuta, possiamo dirlo con grande soddisfazione! Partiti il 1° giugno dal comune di Sesto San Giovanni (Milano), alle 9 di mattina, con il ‘via’ dato dal sindaco Monica Chittò, in tre tappe, di circa 200 Km al giorno, siamo arrivati a Raiano (L'Aquila) sabato 4 Giugno, poco prima di mezzogiorno, accolti da una piazza piena di persone e dalle autorità locali. Lungo questi primi 750 chilometri del viaggio (altrettanti percorsi per il ritorno a casa), i nostri quattro fidi Ciao si sono comportati in modo egregio, a parte uno che ha dato qualche problema tecnico, che però abbiamo risolto ‘on the road’ e in modo autonomo grazie alla perizia del meccanico del gruppo, cioè Cesare ‘l’uomo che sussurra ai Ciao’. Il tempo ha alternato un bel sole di giugno a forti temporali estivi, che comunque non hanno interrotto il nostro viaggiare ‘slow’. Domenica 5 giugno siamo rimasti ospiti della comunità locale di Raiano dove, in occasione dell’annuale Sagra delle Ciliegie, abbiamo avuto l’onore di essere premiati con una scultura in pietra dell’artista Diego Mostacci, consegnataci dal Sindaco Marco Moca.

Lunedì 6, dopo aver fatto manutenzione ai nostri Ciao, siamo ripartiti per affrontare la seconda parte del viaggio, che sapevamo essere la più difficile, in quanto prevedeva di seguire la dorsale appenninica e quindi affrontare almeno tre o quattro salite rilevanti che hanno messo a dura prova la capacità dei nostri piccoli motori e sotto sforzo i muscoli delle nostre gambe, che hanno pedalato per centinaia di metri per superare i dislivelli più difficoltosi in termini di pendenza. E così è stato; infatti, dopo aver lasciato Raiano sempre seguendo la Tiburtina Valeria, abbiamo raggiunto L’Aquila, dove abbiamo percorso le vie del centro che sono ancora tutte disabitate e popolate solo dagli addetti alla ricostruzione dopo il terremoto che l’ha colpita nell’Aprile del 2009. Ci ha fatto molto effetto percorrere quelle strade e vicoli, con ancora presenti i segni della distruzione che ricordando più di 300 persone che hanno perso la vita in questi luoghi. Superato il capoluogo Abruzzese, abbiamo raggiunto un’altra bella città nel cuore dell’Italia, Amatrice (uno dei “Borghi più belli d’Italia”, colpito da terremoto nell’agosto 2016, ndr), dove abbiamo sostato per la notte.

Amatrice (Rieti, Lazio), com’era prima del recente terremoto.

Martedì 7 si può definire, prendendo in prestito un termine usato in ciclismo, una ‘tappona’ da montagna, con l’arrivo in salita situato a Passo di Forca di Presta, a ben 1.550 mt di altitudine ai piedi del Monte Vettore. Ben 8 km, con pendenza media del 13% e numerosi tornanti; malgrado ciò, pian pianino siamo giunti in cima in mezzo al paesaggio incantevole dei Monti Sibillini e il premio è stato la visione maestosa della piana di Castelluccio di Norcia famosa, in tutto il mondo, per la fioritura delle lenticchie che colora la piana di diverse tonalità del giallo, rosso, blu, violetto e verde.

Piana di Castelluccio di Norcia (Perugia, Umbria), durante la fioritura.

Purtroppo, quando siamo passati noi la fioritura era in ritardo, quindi ci siamo dovuti ‘accontentare’ della bellezza delle montagne circostanti e del bel borgo di Castelluccio arroccato su di un’altura. Dopo la sosta pranzo abbiamo ripreso il viaggio, e in serata siamo arrivati a Foligno. Oggi abbiamo attraversato ben tre regioni: Lazio, Umbria e Marche. Mercoledì 8 si riparte da Foligno e passiamo per Assisi, sempre bella da visitare e con i nostri colorati Ciao attiriamo l’attenzione dei tanti turisti che la frequentano.

Assisi (Perugia, Umbria).

Lasciamo Assisi in direzione di Arezzo, il bello di questo viaggio ‘slow’ è che permette di attraversare luoghi altrimenti introvabili viaggiando sulle veloci autostrade. Chi potrebbe sapere, se non chi ci abita, che esiste un comune chiamato Ramazzano-Le Pulci che confina con il comune di Casa del Diavolo? Percorriamo un’antica strada romana, la Tiberina, che passa vicino a Perugia, e lasciamo l’Umbria. Entriamo in Toscana: il tempo che al mattino era bello, nel pomeriggio comincia a coprirsi e arriviamo in Emilia Romagna con la pioggia che ci accompagna. Dopo aver superato altre due salite impegnative, una di queste è il Valico di Montecoronaro a 865 metri, ci fermiamo a Santa Sofia fine della tappa odierna. Anche oggi abbiamo percorso i nostri 200 Km.

E siamo al penultimo giorno del nostro viaggio, giovedì 9, che prevede di scendere verso la via Emilia all’altezza di Bologna, per poi continuare la nostra risalita verso Nord, come avevamo fatto all’andata… trascorrendo la notte poco prima di Parma. Ed eccoci all’ultimo giorno del nostro viaggio. Venerdì 10 percorriamo i 150 Km finali sempre sulla Via Emilia, che, rispetto ai paesaggi attraversati, è parecchio monotona. Arriviamo così alle porte di Milano, la attraversiamo e alle 16,30 giungiamo nello spiazzo antistante al comune di Sesto San Giovanni, dove ad attenderci ci sono i nostri amici, alcuni fotografi e il Sindaco Monica Chittò.

L’esultanza per aver portato a termine questo progetto, percorrendo ben 1.530 chilometri insieme, con la nascita di un’amicizia che va oltre l’essere semplici compagni di viaggio e che ci ha permesso, stando uniti, di superare le varie difficoltà incontrate in questi dieci giorni, si mischia a un senso di malinconia per la fine di un'esperienza unica, che ci ha dato la possibilità di vedere dei luoghi poco conosciuti ma veramente meritevoli d’attenzione della nostra bell’Italia; emozionante scoprire che i nostri piccoli Ciao, colorati di ‘orange’, trasmettevano simpatia e che molte delle persone incontrate hanno avuto, o hanno ancora da qualche parte, un Piaggio Ciao impolverato che aspetta solo di tornare ad essere utilizzato, tanto che abbiamo coniato lo slogan: ‘esci il ciao!’. In conclusione possiamo sicuramente dire che lo ‘slow ride’ ti porta in una dimensione diversa del viaggiare… con il ronzio amico dei nostri piccoli motori, il piacere di vivere lentamente la strada, da percorrere senza la fretta d’arrivare, con la curiosità di conoscere i luoghi e le persone che s’incontrano durante il viaggio”.

(Il team del ride “40th Sesto San Giovanni-Raiano”).

People

GÜNTER SCHACHERMAYR:
RECORD MAN SU VESPA

STAR DEL FREESTYLE RIDING, IL TRENTENNE INGEGNERE AUSTRIACO – NOTO COME “LUMPI” – E’ DIVENTATO FAMOSO PER LE SUE EVOLUZIONI IN SCOOTER: STUNT, ATLETA E PERFORMER, SI ESIBISCE IN TUTTO IL MONDO. SPETTACOLARI LE SUE IMPRESE… DA NON IMITARE!

Günter Schachermayr Wiener Riesenrad

Le sue straordinarie imprese, folli e spettacolari, sono frutto di un’accurata preparazione tecnica, atletica, organizzativa. L’ingegnere austriaco Günter Schachermayr da oltre dieci anni ha trasformato la sua passione per la Vespa in una “professione” parallela e originale, conquistando numerosi record. “Guida” lo scooter in verticale lungo un cavo d’acciaio; compie numeri da stuntman in sella, tra salti e volteggi, anche su una ruota sola e senza mani, esibendosi come un giocoliere roteando cerchi colorati; con una Vespa trasformata in una sorta di “sottomarino” ha perfino effettuato un raid a 5 metri sotto il livello del mare, equipaggiato con tuta da sub e bombola d’ossigeno; sfida in velocità Ferrari e Jaguar; è protagonista dei rally sul ghiaccio e supera ostacoli infuocati con la sua Vespa “volante”.

Non c’è limite alla fantasia delle sue attrazioni e alle sfide che affronta con entusiasmo e preparazione. L’austriaco, 30 anni, è sposato con Sabrina, che fa parte del suo team di freestyle riding show; hanno due figli: Nico e…Kevin Vespa! E’ questo il nome scelto per il secondo baby, registrato ufficialmente sull’atto di nascita. Günter è ingegnere di professione: riversa le sue competenze nella preparazione dei veicoli per le sue esibizioni. E si occupa anche di beneficenza: con la moglie, entrambi vestiti da Babbo Natale, in sella a Vespa portano giocattoli ai bambini bisognosi durante l’annuale “charity toy run”.

In un’intervista esclusiva al mensile inglese Scootering, “Lumpi” ha rivelato che la sua passione per lo scooter italiano ha origini lontane: i genitori Vespisti lo hanno sempre incoraggiato; a 16 anni la sua prima Vespa 50 Special, comprata con i risparmi. Il suo primo raduno fu Eurovespa a Vienna, e il viaggio più lungo in gioventù fu raggiungere Pontedera, in Toscana, per visitare lo stabilimento Piaggio dove nascono le Vespa, e il vicino Museo.

Racconta che la sua “collezione” privata attualmente si compone di quattro Vespa: TS 200, PK 125, PK 112 e TS 125. Per le performance specifiche utilizza due scoter da 50.4 hp 2 tempi (uno dei quali spinto da una miscela di gas ossido nitroso), preparati con attenzione al giusto mix tra performances e aspetti tecnici legati alla sicurezza.

Star dei campionati mondiali di “stunt riding” e di “freestyle”, detentore di vari record, sta progettando altre spettacolari imprese. Non poteva mancare ai Vespa World Days 2016 di Saint-Tropez dove…si è fatto notare!

(Le immagini e la clip video di questo articolo sono tratte dal sito web ufficiale di Günther Schachermayr).

INFO:
www.guenter-schachermayr.at

Style

E’ TEMPO DI… VESPA JACKETS!

Bomber di cotone o giubbotto di pelle? Meglio entrambi: praticità, stile, qualità si fondono nelle proposte ever-green della collezione Vespa 2016.

CHE COPPIA. Tutta la qualità del made in Italy e la sapienza dei migliori artigiani per un classico intramontabile. Morbida pelle, linee originali ispirate a decenni di corse in Vespa. Il giubbotto Vespa – in due modelli, per lei e per lui – è realizzato in pelle di vitello, con interno in fodera di cotone stampata. I capi sono lavati e cerati per conferire un effetto vintage.

SOLO PER LUI. Il classico giubbotto modello “bomber” è dedicato a lui: colore blu, esterno 100% di cotone popeline; interno 100% jersey con dettagli camouflage. Scommettiamo che piace anche a lei?

FELPE PER TUTTI. Un capo d’abbigliamento fondamentale e immancabile nel guardaroba. Linee essenziali e qualità per le felpe firmate Vespa, della linea “Colors Logo”, per donna, uomo, bambina/bambino.

Le felpe, in grigio melange, full zip, sono realizzate in cotone (50%) e poly (50%). Sfoggiano davanti il logo Vespa nel colore coordinato con l’interno del cappuccio.

INFO & VESPA STORE:
www.vespa.com/it_IT

STYLE

MILANO FASHION WEEK:
POMELLATO & VESPA

NUDO KALEIDOSCOPE POMELLATO

Due eccellenze italiane – Vespa e Pomellato – insieme durante la “Milano Fashion Week” 2016. I due celebri marchi si sono incontrati durante la recente settimana della moda milanese, in settembre. Risultato?

Un’equazione di stile e bellezza, così declinata: cinque giovani modelli per cinque Vespa special edition by Pomellato come i caschi, con decoro centrale ispirato alla nuova collezione di gioielli “Nudo”, dominata da un’esplosione di colori.

La maison di gioielli Pomellato, è sinonimo di straordinaria creatività; nacque a Milano nel 1967 grazie all’intuizione dell’erede di una famiglia di orafi, Pino Rabolini. Come Vespa, è famosa in tutto il mondo; e molte celebs internazionali viaggiano sul celebre scooter, indossando le preziose creazioni Pomellato.

INFO & FONTI IMMAGINI:
www.vespa.com/it_IT
www.pomellato.com/it

Community

VESPA SULLE DOLOMITI:
500 KM TRA LE VETTE PIU’ BELLE DEL MONDO

Cinquecento chilometri da percorrere in sella a Vespa, tra i paesaggi mozzafiato delle Dolomiti, patrimonio Unesco, a cavallo fra Veneto, Friuli Venezia Giulia, Alto Adige e Austria. E’ la “500km delle Dolomiti”, organizzata dal Vespa Club Treviso nel fine settimana 17-19 giugno 2016.

Sappada-Plodn è la località delle Dolomiti bellunesi, al confine con l’Austria, scelta per la partenza e l’arrivo di questa quarta edizione della corsa turistico-sportiva di regolarità Vespistica di carattere internazionale. Tra i 220 iscritti alla 500 km, infatti, provenienti da tutta Italia, il 15% è giunto dall’estero: Germania, Austria, Belgio e Svizzera. Un evento, impegnativo e affascinante per gli entusiasti Vespisti partecipanti, che registra partecipazioni in aumento ad ogni edizione. Fatica, neve e pioggia non li hanno fermati.

Ospiti speciali di quest’anno, ha annotato Ivan Zanatta, vicepresidente del Vespa Club Treviso e “anima” dell’evento, sono stati Gianfranco Montaldi, veronese di 84 anni, ex pilota Piaggio, che ha percorso i 500 chilometri in sella a un maxi scooter a tre ruote Piaggio Mp3, e Antonio Zin, 92enne di Vicenza, anch’egli ex pilota Piaggio e gran Vespista, che ha assistito all’evento a Sappada.

Venerdì si è svolta la prima edizione della “Crono Sappada” con premiazioni: una prova di regolarità di 70 chilometri, con partenza da Sappada e arrivo alle sorgenti del Piave, che sgorgano ad alta quota, sempre nel territorio del comune di Sappada.

Sabato il giorno “clou” per la vera e propria “500 km delle Dolomiti”: partenza prima dell’alba, con la registrazione dei partecipanti dalle 5.15 alle 5.30 del mattino, e il via per il primo gruppo di piloti alle 6, mentre il secondo gruppo è partito alle 7.30. Alle 13 è l’arrivo del primo pilota al traguardo intermedio delle Tre Cime di Lavaredo, con ristoro per tutti al Rifugio Auronzo, a 2.330 metri di altitudine.

Poi di nuovo in sella alla Vespa con l’arrivo di nuovo a Sappada la sera, con festa finale tra le suggestive borgate che rendono unico questa località dolomitica, nota per le sue tradizioni, fra cui la più famosa è il Carnevale caratterizzato dalle grandi maschere di legno come il Rollate, e per l’uso di un dialetto di ceppo germanico, eredità di un’antica migrazione da Nord. Oltre che per le specialità gastronomiche.

Il terzo giorno, domenica, parata Vespistica tra le vecchie borgate di Sappada. A conclusione, un pranzo di gala al palazzetto dello sport in Borgata Kratten, con le premiazioni della corsa di 500 chilometri. Sul podio: primo Paolo Wegher, Leonardo Pilati al secondo posto, Nicola Lonati terzo.

IL CIRCUITO DELLA 500 KM: GRAN TOUR IN QUOTA. Il circuito parte da Sappada per dirigersi verso est, in Friuli Venezia Giulia, per poi svoltare a nord entrando in Austria superando i tornanti del Passo di Monte Croce Carnico, arrivando a Kötschach-Mauthen e percorrendo la Lesachtal verso ovest, rientrando in Italia attraverso la Val Pusteria.

Da San Candido il percorso svolta nuovamente imboccando la Val di Sesto ed entrando in Cadore, raggiungendo Auronzo e dirigendosi verso il Lago di Misurina e salendo fino alle maestose Tre Cime di Lavaredo per il primo traguardo. Si riprende poi passando ancora in Alto Adige facendo tappa a Dobbiaco, Plan de Corones e percorrendo la Val Badia fino a Corvara, per poi riscendere verso Selva di Cadore e Cortina d’Ampezzo. Da lì il percorso piega verso Pieve di Cadore, la Val Pesarina di nuovo in Friuli e poi da Forni Avoltri di nuovo a Sappada. Prossima edizione nel 2018.

INFO:
www.500kmdelledolomiti.it

Community

ROSARIO VESPA CLUB:
DALL’ARGENTINA A SAINT TROPEZ

Grande viaggio, quello degli amici del Rosario Vespa Club, partiti dall’Argentina per arrivare al big event “Vespa World Days 2016” a Saint Tropez, in Francia, con soste intermedie a fine maggio a Roma e in Toscana, a Pontedera: eccoli nelle foto (sopra) – il presidente del Rosario Vespa Club Salvador Mateo Ruiz con Julio Bejarano, Gabriel Moscatello e Mauricio Lopez Salvatierra – davanti alla sede del Gruppo Piaggio e nel vicino Museo Piaggio, dove hanno ammirato la collezione storica di Vespa. Sono quindi ripartiti verso la costa francese per partecipare al più grande raduno mondiale di Vespa (nelle foto sotto).

Un viaggio sognato e preparato da tempo, dice il presidente Salvador Mateo Ruiz (a destra, nello foto sopra), quello di vedere la “fabbrica della Vespa” e di incontrare Vespisti di tutto il mondo ai VWD. E, quest’anno, nel 70° anniversario dell’amato scooter, il sogno si è avverato per il gruppo di amici argentini. Raccontano: “Siamo arrivati a Saint Tropez il 1° giugno, nel grande Vespa Village con camping attrezzato vicino al mare. Abbiamo seguito tutti gli eventi dei VWD, incontrando altri argentini; eravamo Mauricio Lopez Salvatierra, Julio Bejarano, Gabriel Moscatello, Marcelo Seisas, Lucas Martin e Salvador Mateo Ruiz del Rosario Vespa Club; poi Guillermo Lavat del Vespa Club Quilmes Berazategui; Jorge Bayon del Vespa Club Buenos Aires e Alejandro Balsamo, vice presidente del Vespa Club Argentina. Abbiamo anche ritrovato i Vespisti triestini Sandra Carozzi e Mario Pecoraro, che abbiamo conosciuto nel 2014 quando visitarono l’Argentina. E abbiamo salutato tanti altri amici italiani e stranieri. Nella grande serata finale con premiazioni, menzioni d’onore per le nazioni provenienti da più lontano sono andate a Indocina e…all’Argentina! Il 5 giugno, infine, l’addio all’indimenticabile raduno e alle migliaia di Vespisti”.

Il club è molto attivo e organizza iniziative di livello, oltre a raduni e incontri conviviali. Lo scorso maggio, per esempio, ha collaborato con il Consolato Generale d’Italia a Rosario che ha organizzato l’evento “Tanti auguri Vespa!”, d’intesa con la Municipalidad de Rosario e il Museo de la Ciudad, per festeggiare I 70 anni del celebre scooter.

Con gran raduno di Vespisti, provenienti anche da Buenos Aires, Santa Fe e Cordoba, protagonisti di una colorata carovana che ha attraversato le vie cittadine, con ritrovo nel giardino della sede del Consolato, e consegna a tutti del certificato di partecipazione a ricordo dell’evento. (Gentileza Consulado General de Italia en Rosario/Foto Silvio Moriconi).

E ancora: il 4 agosto, il Rosario Vespa Club con Giuseppe D’Agosto, Console d’Italia a Rosario, hanno visitato la scuola C.A.E.B.A. (Centro de Alfabetización y Educación Básica para jóvenes y adultos) donando alcuni tablets, acquistati grazie alla generosità dei partecipanti all’evento per i 70 anni di Vespa. Davvero un bel gesto.

Infine, il Rosario Vespa Club sarà presente con un proprio stand alla “Exposición de motos”, terza edizione, organizzata dal Moto Club Rosario, che si terrà al Parque Nacional a la Bandera, dal 20 al 30 ottobre 2016.

PROSSIMI EVENTI IN ARGENTINA:

THE BEST VIDEOS OF THIS ISSUE

MUOVERSI E’ BELLO

Una serie di nuovi video tutti da gustare e da condividere, firmati Piaggio, con protagonisti i nostri “compagni di viaggio” quotidiani su due ruote, come i nuovi Medley, Liberty e Wi-Bike, o su tre ruote come il fantastico MP3: veicoli che cambiano la mobilità, capaci di mixare tecnologia, idee e design; che mostrano al mondo che la funzionalità può essere divertente e la praticità esprimere bellezza. Così gli spostamenti quotidiani – pur con la nebbia o nel traffico, mentre si corre al lavoro, a scuola, impegnati in mille commissioni – si trasformano in qualcosa di eccitante, rendendo il viaggio la parte migliore di ogni giorno.

Piaggio: Move Beautifully
Piaggio: Move Beautifully - Traffic
Piaggio: Move Beautifully - Errands
Piaggio: Move Beautifully - Wi-Bike
Piaggio: Move Beautifully - Puddle
Piaggio: Move Beautifully - Roundabout
Piaggio: Move Beautifully - Fog

INFO:
www.piaggio.com

MY VESPA MOVIE

VESPA 150 GAS MONKEY STYLE

Cinque minuti e mezzo di pura goduria per appassionati Vespisti. Questo filmato in slide show va forte nel web (diffuso su YouTube da Xisco Clapes) e rivela, passo dopo passo, come il GasMonkey Garage di Mallorca (Spagna) ha recuperato in modo originale una Vespa vintage 150, ispirandosi allo stile del celebre Gas Monkey di Dallas, Texas, USA (super garage di restauratori specializzati in classic&dream car, anche protagonista della serie tv Fast N’ Loud, in onda su Discovery Channel).

Vespa 150 Gas Monkey Style

Il risultato è superbo: look racing e spirito sportivo; fa venire una gran voglia di…salire in sella e filare via, verso nuove avventure.

DALLA RUSSIA, UNA LX TOTAL BLACK

Si chiama “Kaonashi” la Vespa LX 150 customizzata da Butcher Garage, officina di San Pietroburgo del giovane preparatore Alex Mazan e soci. Nera, elegante, aggressiva, sfoggia dettagli di pregio (come la sella fatta a mano con due tipi di pellami). Certamente piacerebbe a Batman! (Photo credit: Roman Sokolov).

TU E LA TUA VESPA
SU WIDE!


La Vespa, ogni modello di Vespa, di qualunque età, è un oggetto di culto, un pezzo da collezione che viene coccolato, curato e conservato ben oltre il tempo di vita medio di ogni altro veicolo. A quanti saltano ogni giorno in sella alla propria Vespa nuova, a quanti conservano con amore la Vespa “ereditata” in famiglia, a quanti curano con amore una Vespa d’epoca, WIDE dedica la rubrica “My Vespa Movie”.

MAKE YOUR
VESPA MOVIE!

Riprendi la tua Vespa e raccontaci, in un breve video, che cosa Vespa rappresenta per te. Puoi narrarne la storia o raccontarci un viaggio che avete fatto insieme. Puoi montare immagini di vita quotidiana o far rivivere le emozioni che avete condiviso.
Il tuo video verrà visionato e, se selezionato, apparirà su Wide, nella rubrica “My Vespa Movie”, per presentare a tutti gli appassionati worldwide te la tua Vespa, la più speciale al mondo. Perché ogni storia di Vespa è una storia unica.

Invia la tua clip video a: wide@piaggio.com